Riprovare o lasciar perdere?




Relazioni personali



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore

Poesie erotiche
  

Riprovare o lasciar perdere?

La sua passione è la Roma, il calcio, e la trascura. Si lasciano, ognuno fa le proprie esperienze, ma ora sono di nuovo a domandarsi se si amano o no.

di Elisa
Ciao,
sto per raccontarti la mia storia, probabilmente sarà uguale a molte altre, perché di queste cose ne accadono, ma non so cosa fare.
Ho 23 anni, sono stata 3 anni con un ragazzo, dopo tanti litigi dovuti al diverso modo di vedere la vita, io iperattiva, con tanta voglia di fare, lui era come me all'inizio, con il tempo si è spento. L'unico motivo per cui si smuoveva era la Roma, il calcio, il flagello delle donne.
Così un giorno non ce l'ho fatta più e ho mollato tutto, dando un taglio netto a tutto ciò che c'era di vecchio.

Ma i sentimenti sono sempre rimasti. Nonostante ciò, sono andata avanti, stando stranamente benissimo. Ho avuto altre storie, finché una di queste non mi ha fatto ragionare. Tutto quello che io volevo dal mio ex, non era poi così importante e soprattutto non lo volevo da altri, ma solo che da lui. Cosi mi sono fatta risentire, ci siamo visti, un turbine di emozioni, ansia, paura, amore.
Paura di sapere, cosa poteva aver fatto lui in questo periodo, paura di sapere cosa pensava, paura di un rifiuto.

Abbiamo parlato, cercando una soluzione. Forse l'avevamo anche trovata, ma poi, è arrivato il momento della verità. Llui confessa; non riesce a dirmi bugie, è stato a letto con due ragazze, era ubriaco dice. Ha fatto tutto quello che uno fa quando sta male. Io dal mio canto non ho fatto diversamente. Ho avuto anche io le mie storie.
Qui il problema. Abbiamo pianto, è uscita fuori la paura, rabbia, rancore, dolore. Anche se i problemi si potevano risolvere, per l'ennesima volta.
Ci ritroviamo con un muro di fronte, il dolore, lottare o rinunciare?

Ricominciare una storia travagliata, ma di cui non si riesce a farne a meno. Passando sopra a tutto ciò anche se è difficile, ragionando da persone mature, che tutto ciò è accaduto per dolore, perché entrambi pensavamo che la nostra storia fosse veramente finita. O chiudere definitivamente perché dimenticare è impossibile, e si peggiorano soltanto le cose, aprendo una ferita mai chiusa. Ora lui, dopo tutto ciò nonostante stia male, gli manco sta autoconvincendosi a stare lontano da me. Preferisce stare con gli amici. Almeno sta bene. Se mi vede sta male, ma io non voglio, mi manca.
Spero tu mi risponda, perché le ho provate proprio tutte, ma mi ritrovo sempre al punto di partenza.
Grazie mille


La nostra risposta:
Ciao Elsa,
partiamo dall'inizio, ovvero dal problema che ha portato a tutti gli altri: la sua passione per il calcio, che faceva passare in secondo piano il resto. Su questo punto, credo tu ti debba rassegnare: una passione per lo sport, per la maggior parte degli uomini, è quasi fisiologica. Non per cattiva volontà, ma la tendenza a seguire la propria squadra del cuore a volte è irrefrenabile, mettendo anche momentaneamente in disparte l'amore, magari per un po' di immaturità sia della persona che dell'amore.
Per cui, se decideste di riprendere a frequentarvi, metti in conto che questo aspetto del suo carattere non lo potrai cambiare. In fondo, è anche giusto che una persona coltivi le proprie passioni, fermo restando che tu non dovresti passare in secondo piano. Affronta il discorso con fermezza e cercate insieme di trovare un compromesso accettabile per entrambi, sperando che ora siate più maturi entrambi e che sappiate dare vita ad un rapporto e ad un amore più maturo.

Questo, naturalmente se riuscirete a superare il momento difficile che state attraversando. Leggendoti, appare chiaro che il sentimento tra voi è forte, altrimenti non soffrireste così delle reciproche "infedeltà". In effetti, nel tempo in cui questi episodi sono avvenuti, entrambi eravate sicuri che la vostra storia fosse finita. Quindi, non è corretto parlare di tradimento. Reazioni scatenate dallo sconforto, piuttosto.
Il fatto che ne soffriate così tanto, è indice di come siate ancora legati, e che anche se frequentavate altre persone, non avete mai smesso di cercarvi. Se tenete uno all'altra, l'unica strada possibile è mettere una pietra sul passato, voltare pagina e scrivere una nuova storia, con presupposti differenti e più maturi.

Autoconvincersi che l'unica soluzione sia stare lontani non è reale, quando porta ulteriore sofferenza. Dovresti cercare di capire se lui ti evita e preferisce stare con gli amici per dimenticarti, o se è un modo per fare la sua vita. Non abbiate paura di parlarne apertamente. E una volta chiarite le cose, semmai provate a ripartire da zero. Datevi un'altra possibilità, se tutti e due lo volete davvero. Ma sappi che la sua passione per la Roma sarà sempre tra voi, forse ancora di più di certi fantasmi che ora vi separano.

Questa lettera è stata letta 1581 volte.


I vostri commenti
Non ci sono ancora commenti pubblici a questa lettera.
Vuoi essere tu il primo a inserire un commento a questa lettera? Clicca qui: Inserisci un commento a questa lettera

Cialis originale


 << ultima lettera  |  < lettera successiva  |  lettera precedente >  |  prima lettera >>
 La confessione più recente in questo argomento è:

Notte notte
Notte dedicata
  
 La confessione più letta in questo argomento è:

 ♦ Masturbare un altro è tradire?
In vacanza si lascia "prendere la mano" da un ragazzo, non proprio per passeggiare. Ora si sente uno schifo. Fare sesso manuale è tradire? E, soprattutto, ne deve parlare al suo ragazzo?



Inserite la vostra pubblicità su questo sito