Innamorato di una lesbica




Relazioni personali



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore

Poesie erotiche
  

Innamorato di una lesbica

Un amore impossibile? Eh si, ma forse una fantastica amicizia possibile. Tra uomo e donna? Amicizia quasi impossibile, se non dopo che le implicazioni sessuali si sono infrante.

di Prince
Ciao,
il mio problema non ha soluzione, ma volevo conoscere comunque la vostra opinione in merito.
Dunque, ho 37 anni, sono un bell'uomo, faccio una professione davvero interessante e affascinante (fotografo), durante uno dei miei servizi conosco lei, bella, simpatica, politicamente attiva, decisamente attraente sotto ogni punto di vista, specie quello intellettivo.
Si instaura subito una simpatia per altro, mi sembra, corrisposta. Qualche messaggio sms, qualche mail e cominciamo a conoscerci meglio, addirittura ci vediamo qualche volta e poi cominciamo a frequentarci un po' di più a causa della "collaborazione" che le offro (lei è appassionata di fotografia).
La porto con me a fare qualche servizio, le presto l'attrezzatura, le insegno, la consiglio, ridiamo, scherziamo, interagiamo, cazzeggiamo, passiamo giornate intere insieme. Mi invita a passare del tempo con le sue amiche, a prendere un caffè, a pranzo a casa con la sua famiglia.

Ma c'è qualcosa di strano in lei, di diverso, non si scompone davanti ai miei complimenti, la guardo o meglio, la spoglio con gli occhi ma lei pare non farci caso. La sfioro, ma lei sembra non accorgersene, quando ci salutiamo la bacio ma mi sembra di salutare mia nonna....
Eppure sono un bel ragazzo, eppure non sono come gli altri uomini che "ci provano", ma sono piuttosto "tenerone" e dolce, pure simpatico, direi brillante, ho molto da dire e infatti parliamo tantissimo, di tutto. Lei è simpatica e non si scompone davanti a nulla. Oddio non che debba far colpo per forza, ma qualunque altra donna si sarebbe quantomeno imbarazzata di fronte alle mie "avances", anche se dolci e discrete. Macché, niente!

Spingo un po' più sull'acceleratore, i giorni passano, il rapporto si intensifica e diventa decisamente informale, cominciamo a parlare delle nostre cose, dei nostri problemi, di noi. Ecco che a questo punto comincio a conoscere le sue particolari "scelte" e... si, insomma, lei è lesbica! Il problema, se di problema si può parlare, è che nel frattempo me ne sono innamorato. Non mi accadeva da tanto tempo, da anni di sentirmi così "preso". Mi sembra di essere tornato a quando ero 18enne con tutte quelle magnifiche sensazioni. Mi sembra di impazzire, non dormo più, ma è bellissimo tutto questo !!!
Dobbiamo vederci tra qualche giorno, per un altro lavoro da fare insieme. Mi ha detto che vuole parlarmi, spiegarmi, che con me sente che può essere se stessa, che può esserci uno scambio di vibrazioni molto belle, che potremmo essere amici. Io sinceramente non credo molto all'amicizia tra uomo e donna, si lo so, è un mio limite, una debolezza. Il discorso in realtà è più ampio e più articolato, tutte le mie relazioni sono nate da un grande scambio intellettivo, che poi è sfociato successivamente in una forte passione fisica. Se mi trovo bene con una donna, riesco a parlare di me e delle mie cose, avverto delle "vibrazioni" e entro in contatto con lei per me il gioco è fatto. Ma la cosa è molto rara.

Che faccio? Sarei davvero uno stronzo se bloccassi la sua collaborazione perché i miei sentimenti non sono corrisposti, non sarebbe certamente serio e corretto nei suoi confronti. Nutro molto rispetto per lei che si è sempre comportata bene con me. Qualunque altra ragazza non interessata a me mi avrebbe "sfanculato" dopo 5 minuti, lei è invece sempre gentile e cortese.
Che faccio? Colgo l'occasione, rivedo un po' la mia idea dei rapporti uomo/donna e ci divento amico? Credete sia impossibile che possa innamorarsi di me?


La nostra risposta:
Caro Prince,
certo, il tuo problema non può avere la soluzione che speri: considerando la sua omosessualità, molto difficilmente lei potrà mai corrispondere il tuo amore.
Non è questione, ovviamente, di gradevolezza fisica, di feeling, di vibrazioni. Si vive e si ama seguendo le proprie inclinazioni, non si può "cambiare idea" neppure davanti a quello che potrebbe essere il compagno ideale, se si fosse eterosessuali.

Di questo dovrai fartene una ragione. Lei è stata sincera con te, si è confidata e ora si sente libera di esprimere la sua natura semplicemente, senza nascondersi. Inoltre, ti ha regalato e ti regala delle emozioni che tu da tempo non vivevi, l'entusiasmo di conoscersi a fondo, poco a poco, di collaborare in una passione che vi accomuna. Tutte cose bellissime, che non dovresti sottovalutare, mettendo in primo piano il desiderio di una relazione, rispetto alla preziosa amicizia che potreste coltivare e mantenere.
Paradossalmente, forse ti è piaciuta così tanto anche perché lei con te era naturale, non ricorreva a stratagemmi per avere la tua attenzione, non tentava di affascinarti, non si metteva "in tiro" per fare bella figura... tutti quegli stratagemmi che ricorrono nei rapporti fra i due sessi e che spesso rovinano tutto. E' stata spontanea, naturale, aperta, sincera, e così è arrivata al tuo cuore, che le hai aperto come lei era aperta con te.

Un rapporto amichevole tra uomo e donna è difficile, ma quando s'instaura diventa inattaccabile e insostituibile per entrambi, perché gli scambi emotivi sono più profondi di quelli tra due amici dello stesso sesso. Si confrontano punti di vista ed emotività diverse, pur restando compagni e complici "asessuati". Perché si realizzi il trucco sta tutto qui: le implicazioni sessuali devono essere superate, volontariamente o meno.
Dovresti rivedere certi tuoi preconcetti, anche perché stai toccando con mano che sono, appunto, solo preconcetti. Per cui, godi della vicinanza di questa ragazza speciale, che potrà darti tanto affetto e "comunicazione", nel senso più vasto del termine.

L'unica cosa su cui forse dovresti riflettere è: sei sicuro che la sua "unicità", l'attaccamento che ora provi, l'attrazione, non derivi dal fatto che lei non vuole e non può essere tua? Superato questo dubbio, godi del privilegio di una bella amicizia che è davvero rara da incontrare.

Questa lettera è stata letta 6119 volte.

Vuoi rispondere tu, in privato, all'autrice/autore di questa lettera? Clicca qui: Rispondi a questa lettera in privato


I vostri commenti
Ci sono 7 commenti:

Un modo diffuso per dire di no senza offendere e proclamarsi lesbiche, poi magari lo e veramente.
In ogni caso, la partita e persa.
Fattene una ragione.
Cerca altri pesci.
       (Scritto da Marco masterdiscreto il 3/8/2017 10:07)
Vuoi rispondere, in privato, a Marco masterdiscreto? Clicca qui: Rispondi a questo commento in privato


Battisti cantava "le anime non hanno sesso, non ti accorgi che e' solo la paura che inquina e uccide i sentimenti"
       (Scritto da Antom il 13/3/2017 19:28)
Vuoi rispondere, in privato, a Antom? Clicca qui: Rispondi a questo commento in privato


Ehm... aggiornamento. Va già meglio. Forse prima ho esagerato perché la ferita era ancora fresca, ma avendola conosciuta solo da alcuni mesi, non è stato impossibile diventare solo amici. Vi voglio dire che insomma, si può fare;) ho ancora un po' di strascico sull'umore, ma passerà. Forza, non è la fine del mondo, ve lo assicuro!
       (Scritto da Jim il 7/2/2017 19:10)


Siamo in 4. Mi è sembrato assurdo, dopo anni di solitudine ho incontrato proprio lei. Sto impazzendo di dolore, lei si è confessata temendo di perdere un'amicizia e io le ho confessato cosa provavo... e provo ancora, temendo di perdere il suo affetto... Invece siamo rimasti ottimi amici, non ci siamo rigettati, ci vedremo ancora e io la rispetterò sempre e comunque. Sto soffrendo le pene dell'inferno, non ho più occhi per piangere e gola per urlare. Solo qualcuno a cui confidarmi. Spero di riuscire a disamorarmi, ma so che ci vuole tempo... vi capisco. L'unica cosa è smettere di amarla. Passando per un bel po' di tormenti. Parlatene con qualcuno di cui vi fidate e se proprio non serve a nulla, uno psicologo potrebbe dare un minimo di sollievo. Ma non ci giro intorno: il problema è dentro di noi e noi solo lo possiamo risolvere.
       (Scritto da Jim il 29/1/2017 16:30)


Siamo in 3. Cose che succedono 1 volta solo nella vita e spero di aver dato con quest'esperienza.
       (Scritto da Rosario Scotto di Vetta il 20/12/2016 06:10)
Vuoi rispondere, in privato, a Rosario Scotto di Vetta? Clicca qui: Rispondi a questo commento in privato


Siamo in due fratè, l'unica cosa da fare è mettersi il cuore in pace e, anche se brutto da dire, allontanarsi, perché coi sentimenti non corrisposti non cè altra cura che il distacco totale
       (Scritto da Franco il 21/1/2015 01:10)


Non fare lo stronzo. Accetta il suo orientamento sessuale non farglielo pesare non opprimerla non corteggiarla stalle vicino più che puoi capiscila ed accettala vedrai che bella amicizia che ne viene fuori e poi chissà. Potrebbe essere solo una sua tara dell'infanzia e facilmente col tempo potrebbe anche passare ma deve avere in te una gran fiducia.In bocca al lupo ti sono vicino con la pazienza.
       (Scritto da Gianni il 14/6/2008 16:32)


Vuoi inserire anche tu un commento a questa lettera? Vuoi rispondere pubblicamente?
Clicca qui: Inserisci un commento a questa lettera

Cialis originale


 << ultima lettera  |  < lettera successiva  |  lettera precedente >  |  prima lettera >>
 La confessione più recente in questo argomento è:

Forse sono pesante o articolata.
Mi manca tanto tanto una amica da voler bene
  



Inserite la vostra pubblicità su questo sito