Fra amore, dovere e problemi pratici




Relazioni personali



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore

Poesie erotiche
  

Fra amore, dovere e problemi pratici

La moglie e la persona che ama. L'amore, il dovere verso la famiglia e le complicazioni che ne verrebbero.

di Anonimo
La mia storia è questa. Sarò schematico perché complicata.
Conosco una persona molti anni. Ho sempre provato per lei una attrazione repressa dentro di me in maniera razionale. Altrettanto era per lei. Si, perché è la moglie di un mio amico e io sono il marito di una sua amica.
Da circa 2 anni, ci siamo avvicinati e senza che nulla e nessuno potesse fare niente, tra noi è scoppiato qualcosa che sembra inarrestabile nel vero senso della parola. Abbiamo tentato in tutti i modi di reprimere la spasmodica ricerca che ognuno di noi ha per l'altro, senza riuscirci.
Ci vediamo tutte le mattine almeno per un caffè, ci sentiamo telefonicamente praticamente circa 3 ore al giorno, ci vediamo da soli almeno due volte a settimana, ci cerchiamo anche per un semplice consiglio su un paio di scarpe da indossare e così via. Siamo stati lontani volutamente anche due mesi per cercare di reprimere questa smania, ma appena uno dei due cade in tentazione, l'altro è pronto a seguirlo. Abbiamo tentato anche di scappare via insieme, ma all'ultimo dei cancelli da spalancare, si è tornati indietro.

Le paure sono sempre le stesse: lei è sposata, con figli, moglie di un amico, marito di un'amica, ambiente ristretto e chi più ne ha più ne metta. Allora ci siamo detti ancora per una volta di dover chiudere questa storia, ma dopo dieci minuti siamo lì a piangere ognuno sulla spalla dell'altro. In noi nulla decade ed oramai siamo arresi all'idea di vivere insieme, prima o poi. I nostri timori sono legati ai problemi pratici da dover gestire per le nostre separazioni con i rispettivi coniugi.

A questo punto una scelta va presa. Ma quale? Io non riesco a fare un passo definitivo. Mia moglie ha capito che io probabilmente non la amo più e che qualcosa dentro di me è successo. Altrettanto il marito di lei ha inteso che qualcosa, forse anche di più di qualcosa, sta accadendo.
Allora? Aiutatemi perché così mi sento di impazzire.


La nostra risposta:
Ciao,
non devi prendere decisioni affrettate perché spesso il tempo dà il giusto consiglio. Ciò che mi stupisce è che non parli d’amore, ma solo di passione: in tutta la tua lettera non scrivi mai questa parola che invece ne dovrebbe essere al centro.

Valuta ciò che ami realmente e cosa ne vuoi fare del tuo futuro, prima fare la tua scelta (sia che lasci la moglie sia che ci rimani). L'attrazione è un'altra cosa.
Rifletti sul fatto che si parla dei sentimenti profondi che entrambe le donne nutrono per te. Quindi ordina la tua mente prendi una decisione e mantienila, stare con due piedi in una scarpa è da egoisti.

Questa lettera è stata letta 3698 volte.


I vostri commenti
Ci sono 9 commenti:

Caro Anonimo, ripeto non conosco la tua storia e non credo ke in un altro mondo la conoscerò mai... Nn si può continuare a vivere pensando di eesersi avvicinato a qlcuno in un momento particolare della propria vita, di aver vissuto un'esperienza bella o brutta ke sia senza doversi dare tante spiegazioni per il fatto ke sia finita? Ki sei tu per dire ke qlla donna non è sana? Tu pensi di esserlo? Io ho soltanto detto ke se hai una vita fatta di cose concrete oggi è sicuramente xkè una volta hai amato, magari la donna ke oggi hai al tuo fianco, qllo ke non capisco è l'insoddisfazione e la tristezza ke traspare in alcuni tuoi commenti.
       (Scritto da S.r. il 22/4/2009 10:02)


s.r. quei momenti ai quali fai riferimento, oggi li rivedo comprendendo che non erano segnali d'amore. Se mi ritengo fortunato è solo grazie alla consapevolezza ke sono terminati quei momenti. La vita è fatta di cose concrete. Mettere in discussione le proprie certezze solo per 1 battito cardiaco accelerato o per 1 profumo o per 2 okki profondi credimi non ne vale la pena. Sai quanti profumi ed okki profondi c sono in giro per il mondo? Ogni volta ke proviamo queste sensazioni, dovremmo pensare ke abbiamo trovato l'amore? No, l'amore è un'altra cosa. L'animale si accoppia con l'esemplare della sua specie che ISTINTIVAMENTE reputa quello più sano per continuare la specie. Il maschio combatte per la femmina ke reputa sana, uccide per essa. Se non è sana il maschio non si avvicina. O meglio, annusa e poi scappa. Se non scappa QSTO E'IL SEGNALE DI AMORE. In 1 altro mondo ti racconterò la mia storia e capirai xché OGGI ho capito il motivo ke mi ha fatto fuggire da una femmina oggi donna non sana.
       (Scritto da Anonimo il 21/4/2009 18:08)


Ke dirti, non ti conosco, ma un po' mi fai rabbia, come si può vivere nella consapevolezza ke l'amore non esiste? Ti sarà capitato di sentire il tuo cuore battere a mille nel vedere qualcuno, ti sarai perso almeno una volta nella profondità di due okki, ti sarai sentito morire al solo ricordo di un profumo? Nn dirmi di no, tanto non ti credo, se hai provato tutto qst anke soltanto una volta allora hai amato e devi ritenerti un uomo fortunato anke se è tutto passato.
       (Scritto da S.r. il 21/4/2009 12:29)


L'amore è un sogno, l'amore non esiste...
È un sogno perché ti accorgi, tutte le mattine, che non c'è, che svanisce con l'aprire gli occhi.
Quando appena ti svegli
Quando inizi a guardarti riflesso nello specchio o in quello che almeno CREDI sia lo specchio.
Quello specchio che non riflette nessuna immagine o almeno non riflette l'immagine che tu VUOI.
E poi ti accorgi che quella immagine NON LA VUOI.
E poi cominci di nuovo a sognare
Ti aspetti che il sogno si avveri.
E poi subito dopo non vuoi che il sogno si avveri.
Forse perché il SOGNO E' AMORE.
Ecco perché l'amore non esiste.
Esistono solo i sogni.
E poi ti accorgi che i sogni vanno via
Tra le braccia di un altro.
Allora l'amore NON esiste.
Ed ecco perché ti accorgi che l'amore non esiste.
Perché NON esistono i SOGNI.

       (Scritto da Anonimo il 16/4/2009 16:22)


... l'amore non esiste, l'amore è un sogno... perchè generalizzare? Semplicemente non lo avete ancora conosciuto, ma l'amore esiste, basta trovarlo e provarlo.
       (Scritto da Pina il 25/3/2009 10:22)


Ciao, anche io ho vissuto un'esperienza identica alla tua, è durara molti anni e per alcuni versi è stato tutto molto bello, ma anche molto doloroso.Alla fine della fiera credo che l'amore sia un'idea, un sogno e che nessuno sa realmente cosa si aspetta da questo AMORE... la mia storia è finita, ma io sono contenta di averla vissuta xkè ho capito, ho capito che nulla accade per caso, ora sono una donna serena, felice di quello che ho... e non mi vergogno nel dire ke qualke volta ancora mi capita di pensare a quel vecchio amore con un sorriso.
       (Scritto da Stella Regina il 20/1/2009 10:59)


Alla fine credo che l'amore non esiste! Ci sono momenti, anche molto lunghi, durante i quali ti fai prendere da scariche di ormoni travestiti da cupido. Appena riesci a fermarti un attimo, ti rendi conto che tutto è relativo. L'uomo è un animale che reagisce ai propri istinti rivestendoli con tante belle parole. Ma rimane un animale. Il mio istinto diceva che dovevo stare lontano da quella donna, l'altra donna per intenderci. Alla fine così ho fatto. Ed ho fatto bene. Dico questo perché, vista la mia esperienza, alla fine se una decisione non l'avevo presa era perché NON ANDAVA PRESA. Morale: fidatevi di quello che istintivamente avviene o non avviene e non cercate spiegazioni. L'animale si accoppia con l'esemplare della sua specie che istintivamente reputa quello più sano per continuare la specie. E noi facciamo lo stesso. La differenza è che però vogliamo aggiungerci il pensiero.
       (Scritto da Anonimo il 19/1/2009 11:21)


Alla fine una decisione poi l'ho presa: ho lasciato l'altra e sono rimasto con mia moglie. Fatto ciò, solo per comodità e codardia, mi sono reso conto che ho sbagliato (non è che non me lo aspettavo) . Credo che diventerò pazzo: amo troppo quella sarebbe dovuta diventare la vera ed unica donna della mia vita. Scoprirsi all'improvviso con la morte dentro, credetemi, è brutto. Oramai non è più vita. Non passa minuto che non penso a lei. Sono certo che nella vita una sola volta accade di scoprire l'amore e quando non sei capace di seguirlo tutto diventa relativo, tutto diventa assolutamente indifferente, nulla ti potrà mai più consolare, nulla...
       (Scritto da Anonimo il 29/8/2008 15:05)


Come ti capisco. Vivo la stessa identica situazione (anche peggio) da otto anni. Non ci si riesce ad uscirne.
       (Scritto da Angelo il 31/7/2008 16:21)


Vuoi inserire anche tu un commento a questa lettera? Vuoi rispondere pubblicamente?
Clicca qui: Inserisci un commento a questa lettera

Cialis originale


 << ultima lettera  |  < lettera successiva  |  lettera precedente >  |  prima lettera >>
 La confessione più recente in questo argomento è:

Notte notte
Notte dedicata
  
 La confessione più letta in questo argomento è:

 ♦ Masturbare un altro è tradire?
In vacanza si lascia "prendere la mano" da un ragazzo, non proprio per passeggiare. Ora si sente uno schifo. Fare sesso manuale è tradire? E, soprattutto, ne deve parlare al suo ragazzo?



Inserite la vostra pubblicità su questo sito