Mia sorella




Relazioni personali



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore

Poesie erotiche
  

Mia sorella

Mia madre le fa ogni giorno da mangiare e la colazione

di Jvan
Purtroppo per motivi economici mi ritrovo a vivere con mia sorella al piano di sopra anche se spesso viene in casa mia perché ci sono i miei genitori con i quali condivido la casa. Ogni occasione (mi sorella) è sempre valida per rompere le scatole, ossia: trovare sempre la battuta su quello che dico, su ciò che commento ecc. Se i miei mi fanno un complimento lei diventa grigia e irascibile, se mi sento allegro lei si intristisce e coglie l'occasione per litigare.
Da sempre ha avuto una gelosia manifesta contro di me e da bambini era sempre molto aggressiva e violenta specie con le parole. Oggi che siamo 40enni e lei anche più grande di un anno e qualcosa siamo alle solite... viene in casa dice che lei viene per i suoi genitori e che, anche se l'appartamento è mio, come suo è quello al piano sopra devo sopportarla perché non pago come lei le spese della luce e del riscaldamento perché mi aiutano i miei... lei però ha la casa tutta sua e non la divide con i miei e mai una volta ha invitato i miei in casa sua a pranzo o a cena. Mia madre le fa ogni giorno da mangiare e la colazione la viene a fare in casa mia e dei miei. In ufficio la ho tra i piedi, si fa l'orario comodo e poi dice che io non faccio un c... e quando le fa comodo dice che noi facciamo lavori diversi. In realtà io sono libero professionista e lei è dipendente della società per la quale lavoriamo in parte.
Davanti ai miei dipendenti non manca occasione di trattarmi male, faccio presente che io non lavoro per lei anche se siamo nel medesimo ufficio... insomma a casa lei... al lavoro lei... alla domenica lei perché ci sono i miei... ed io che mi vorrei comprare la casa per starmene da solo ed avere una mia vita non riesco purtroppo, cosa posso fare con una persona così?
Ringrazio tutti per la lettura


La nostra risposta:
Ciao,
è indubbio che stare così vicini, quando ci sono incompatibilità, non è positivo, ma dato che devi vivere lì, per ora, devi trovare un compromesso che ti permetta di non sentirti così frustrato.
Perché non le parli apertamente per esternargli quello che provi, per dirle come ti fa sentire, aggiungendo poi che la situazione così non può andare avanti.
Informala in modo fermo del tuo desiderio di privacy e dille che non tollererai oltre il suo atteggiamento sia in famiglia che sul lavoro. Lo so non è facile ma siete due persone adulte ed è ora che vi prendiate i vostri spazi senza dipendere l'uno dall'altra.

Questa lettera è stata letta 1246 volte.


I vostri commenti
Non ci sono ancora commenti pubblici a questa lettera.
Vuoi essere tu il primo a inserire un commento a questa lettera? Clicca qui: Inserisci un commento a questa lettera

Cialis originale


 << ultima lettera  |  < lettera successiva  |  lettera precedente >  |  prima lettera >>
 La confessione più recente in questo argomento è:

Solitudine
Paura di vivere
  
 La confessione più letta in questo argomento è:

 ♦ Mi sembra di avere fallito
Una donna, 40 anni, ha molti amici e una vita sociale, ma dentro di se sente l'insoddisfazione di non avere una famiglia, un uomo che la ama, un figlio: come succede a molte donne in questa società



Inserite la vostra pubblicità su questo sito