Una moglie pentita!




Relazioni personali



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore

Poesie erotiche
  

Una moglie pentita!

Me ne vergogno da morire, è anziano, non ha neanche più le sue funzioni erettili al 100%, ma non riesco a smettere di ”farlo”

di Cuore confuso.
Questa cosa mi logora, non so più cosa fare. Sono una donna di 33 anni, già madre di due bambini e in attesa del terzo da 3 mesi. Sono una casalinga e da un anno, una volta a settimana, faccio le pulizie a casa di un vedovo. Sono molto devota, e infatti questo lavoro me l'ha procurato il parroco della chiesa, come atto caritatevole di quest'uomo rimasto vedovo e bisognoso di aiuto in casa. Ci sarebbero mille cose da spiegare, il mio stato d'animo, com'è cominciato tutto, ma sono così confusa! Insomma ho una relazione sessuale con il vedovo! Me ne vergogno da morire, è anziano, non ha neanche più le sue funzioni erettili al 100%, ma non riesco a smettere di ”farlo” con lui! La penetrazione avviene raramente, ma con oggetti, mani e tanta pazienza, riesce a farmi stare bene. Ho l'atroce dubbio che questo bambino non sia di mio marito, mi sento morire. Vi prego non lapidatemi... ho solo bisogno di supporto! Non posso certo andare in chiesa e confessare tutto al parroco che mi ha procurato il lavoro! Vorrei almeno alleggerire la coscienza confessando questo immenso peccato.


La nostra risposta:
ciao,
eliminiamo l' ipotesi che tu sia incinta del vedovo, perchè non essendo più in grado di avere un erezione al 100% non credo che i suoi sperma abbiano la forza di arrivare fino in fondo perchè comunque ci deve essere una spinta molto elevata, per il resto non è una cosa eticamente corretta sia per il vedovo, sia per tuo marito ma soprattutto per te stessa e per i tuoi figli.
Magari in lui trovi delle mancanze che hai o comunque che si sono create nel tuo rapporto coniugale, ma ti devi chiedere ti piacerebbe ricevere lo stesso trattamento da tuo marito?
Devi cercare di capire quali sono queste mancanze, da cosa o da dove derivano.

Questa lettera è stata letta 1359 volte.


I vostri commenti
Ci sono 2 commenti:

Ciao, ho letto la tua confessione e mi ha molto incuriosito. Cosa fate di solito? Come fa a farti raggiungere l'orgasmo?

       (Scritto da Francesco il 15/5/2014 10:09)


Vivo la tua stesa situazione, so cosa vuol dire tenersi dentro e sentirsi mancare l'aria..se ti va di parlarne e condividere ne sarei lieto.
       (Scritto da Lorenzo il 4/3/2014 06:28)


Vuoi inserire anche tu un commento a questa lettera? Vuoi rispondere pubblicamente?
Clicca qui: Inserisci un commento a questa lettera

Cialis originale


 << ultima lettera  |  < lettera successiva  |  lettera precedente >  |  prima lettera >>
 La confessione più recente in questo argomento è:

Solitudine
Paura di vivere
  
 La confessione più letta in questo argomento è:

 ♦ Mi sembra di avere fallito
Una donna, 40 anni, ha molti amici e una vita sociale, ma dentro di se sente l'insoddisfazione di non avere una famiglia, un uomo che la ama, un figlio: come succede a molte donne in questa società



Inserite la vostra pubblicità su questo sito